Contact Us

Use the form on the right to contact us.

You can edit the text in this area, and change where the contact form on the right submits to, by entering edit mode using the modes on the bottom right. 

Viale Vicenza 4/1
Marostica
Italia

+39 0424 471000

1987

IMG_5324-Modifica Web.jpg
 

1987

1987 È IL TELAIO DI OFFICINA BATTAGLIN CHE RIPRODUCE IN OGNI PARTICOLARE IL TELAIO DELLA TRIPLA CORONA PORTATO ALLA VITTORIA DA STEPHEN ROCHE. COSTRUITO SU RICHIESTA E IN EDIZIONE LIMITATA DI 187 PEZZI.

 

“1987” è un telaio celebrativo che riporta sulla strada il più celebre modello degli anni ‘80, oggetto del desiderio di un’intera generazione di ciclisti. Grazie ai progetti custoditi gelosamente nei nostri archivi, siamo riusciti a ricreare lo stesso telaio, utilizzando i macchinari e il processo produttivo che hanno portato Stephen Roche sui tre podi più ambiti in assoluto.

 
 

Villach, 6 settembre 1987. Attimi finali dei Campionati del Mondo di ciclismo su strada.

Dopo quasi sette ore di corsa, cessa la pioggia che fin dal mattino si è abbattuta sul circuito del Mondiale. Gli spettatori accorsi in massa ad assistere all’evento possono godersi un finale che si preannuncia molto combattuto.

Nonostante la posta in gioco e i nomi importanti sulla linea di partenza, fino all’ultimo giro la gara è scivolata via senza particolari sussulti. Solo qualche sporadico attacco, per saggiare la potenza di fuoco degli avversari e sperare di sfiancarli in vista del confronto vero.

Che come da previsioni si accende quando la gara sta per volgere al termine.

Appena imboccata la salita all’inizio dell’ultimo giro, l’irlandese Stephen Roche attacca. Il suo team nazionale ha svolto fino a quel momento un lavoro di squadra eccellente e Sean Kelly, l’altra star in maglia verde, resta a ruota.

L’azione in solitaria screma i pretendenti alla maglia iridata e davanti si ritrovano in dodici. Non ci sono altre scelte per agguantare la vittoria se non l’iniziativa personale.

Ci prova l’olandese Van Vliet, il tedesco Golz lo segue. Roche chiude la fuga, dopo di lui Sorensen e Winterberg vanno a completare un gruppetto di cinque.

Otto corridori, tra cui Sean Kelly e il campione mondiale in carica Moreno Argentin non sembrano intenzionati a rispondere. Forse tutti aspettano proprio l’iniziativa dell’italiano, che con una squadra fortissima a supporto è il vero favorito della gara.

Ma il distacco diventa più profondo e gli otto dietro ancora non rompono gli indugi.

A quattrocento metri dal traguardo, Roche scatta. C’è uno spazio tra Sorensen, il primo dei cinque fuggitivi, e le barriere sul lato sinistro della strada. Sorensen ondeggia a sinistra mano a mano che Roche avanza verso di lui, forse spinto dal vento. Lo spazio per infilarlo sulla sinistra sembra ridursi ad ogni colpo di pedale. E proprio quando i due sembrano troppo vicini l’iniziativa riesce.

Roche lascia sul posto Golz e Van Vliet, corridori più talentuosi di lui in volata, che esitano per un decimo di secondo di troppo. Roche sta pedalando a tutta verso il traguardo. Dietro Argentin scatta, sorpreso in una strategia eccessivamente attendista. Ormai è tardi.

Stephen Roche è il vincitore dei Campionati Mondiali 1987.


Perché la vittoria di Stephen Roche al Mondiale è stata il più importante successo degli ultimi 30 anni

Se hai vissuto gli anni ‘80 del ciclismo da tifoso appassionato, di certo ricorderai il magico anno di Stephen Roche.

Nel 1987, il corridore irlandese conquista in meno di sei mesi Giro d’Italia, un’edizione particolarmente dura del Tour de France e i Campionati del Mondo. La “Tripla Corona” del ciclismo professionistico fino a quel momento era stata appannaggio solo di Eddy Merckx; dopo Stephen Roche nessuno è riuscito a fare lo stesso.

Le vittorie dei due Grandi Giri più importanti avevano dimostrato che Roche era molto più a suo agio nelle corse a tappe. Ma a Villach l’irlandese stupisce il mondo del ciclismo e completa l’impresa.


Una leggenda costruita in Italia

Roche taglia tutti e tre i memorabili traguardi su una bici Battaglin, che diventa un’icona mondiale del più grande successo mai raggiunto nel ciclismo professionistico. Costruita su misura a Marostica, nell’officina di Giovanni Battaglin, lo stesso ex corridore che sei anni prima aveva vinto la doppietta Giro-Vuelta si occupa di sviluppare le più avanzate soluzioni sul mercato.

Ecco perché noi di Officina Battaglin, il marchio Made in Italy dedicato alla costruzione di esclusivi telai in acciaio, abbiamo voluto celebrare il trentesimo anniversario dalla Tripla Corona di Stephen Roche con 1987.


Vuoi avere maggiori informazioni sul telaio 1987?

Compila il form con i tuoi dati e iscriviti alla nostra lista per ricevere informazioni dettagliate sul telaio 1987.

Caratteristiche del telaio

Tubi SLX - In esclusiva mondiale per Officina Battaglin

We're sure you'll agree with us that the Columbus SLX tube set is among the things that marked professional cycling in the late 80s.

After being the most popular steel to emulate the pros, it went out of production in the late 90s.

We felt that such great racing heritage couldn't miss the celebration of the Triple Crown.

Thanks to an exclusive partnership with Columbus we managed to bring a glorious past back to life!

We're proud to say that the Stephen Roche is made from Columbus SLX tubing, the same tube set that was used to build the 1987 Battaglin bike.

The double-butted Columbus SLX was all the Italian bicycle makers' choice when building bikes for professional use.

With the iconic helical reinforcements inside the end of the seat tube and the down tube, Columbus would produce steel tubes that were reinforced only in the bottom bracket area, where higher stress concentrated because of professional cyclists' powerful pedal strokes.

At the time it was an advanced solution, which would make for lightweight steel bikes offering the highest level of performance.    

Now, Stephen Roche will be the only modern-construction steel frame made from Columbus SLX.


Come sono fatti esattamente i tubi SLX?

Tutti i tubi Columbus di alta gamma sono caratterizzati da un doppio spessore. Lo spessore maggiore si trova alle estremità del tubo, per rinforzare la zona della giunzione che è soggetta ad alte sollecitazioni. Al centro, lo spessore è ridotto per diminuire il peso il più possibile.

Negli anni ‘80, gli SLX erano la prima scelta dei professionisti, grazie ad un’incredibile soluzione dell’ingegneria ciclistica per aumentare la rigidità e diminuire ulteriormente il peso.

Nelle estremità che si uniscono al movimento centrale, il tubo sella e il tubo obliquo presentano delle nervature di rinforzo interne. Si tratta di spirali che aumentano la rigidità del tubo (per trasferire a terra la massima potenza di pedalata di un professionista) e allo stesso tempo consentono di assottigliare il tubo per alleggerirlo.

Conforme alle regole delle migliori ciclostoriche

Se ami partecipare alle ciclostoriche che si corrono rigorosamente con biciclette in acciaio a 6 velocità, grazie al telaio “1987” di Officina Battaglin potrai finalmente assemblare una bici in stile vintage realizzata su richiesta per te, che ti consentirà di partecipare alle migliori ciclostoriche del mondo.

Le regole di queste manifestazioni sono molto selettive: una bici di recente costruzione deve rispecchiare lo stile e le tecniche costruttive delle biciclette prodotte fino al 1987 incluso.  

Il telaio “1987” è la replica esatta del telaio realizzato per Stephen Roche 30 anni fa. Potrai assemblarlo facilmente con gruppi e parti vintage, come richiesto dalle regole delle manifestazioni.


Specifiche

  • Telaio a congiunzioni

  • Forcella cromata

  • Batticatena cromato

  • Forcellini a registro

  • Sterzo da 1”

  • Scatola movimento passo italiano

  • Cavo freno posteriore esterno


Geometrie e dimensioni del telaio

A (SIZE)BCDEFGH
4751074°9040650560265
4851074°9041050561265
4951574°9041050567265
5052074°9741050569265
5153074°10541050575265
5253574°11441050578265
5353574°12341050580265
5455074°13141050586265
5555574°14041050588265
5656074°14941050590265
5757074°15841050597265
5857574°16741050598265
5958074°17741050602265
6058574°18641050605265
6159074°19441050607265
6259574°20441050610265
6360074°21341050612265
6460574°22241050614265
 

Scopri le altre Edizione Speciale > COLLEZIONE SPECIALE > ROCHE